100fotografiperbergamo

Date: 25.05.2020

Questa settimana abbiamo acquistato per il Reparto di Terapia Intensiva e Rianimazione 3 dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo:

– 1 ventilatore polmonare Hamilton T1 da trasporto, carrello, accessori e software controllo ossigeno
– 10 kit Aerogen Solo
– 10 moduli nutrivent e 1 monitor di controllo
– 2 sistemi di drenaggio toracico Thopaz Plus + 2 stazioni di caricamento e materiale di consumo

Oltre a questo, abbiamo sostenuto con una donazione l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, un ente di ricerca biomedica senza scopo di lucro, laico e indipendente dalle aziende farmaceutiche, impegnato in prima linea per trovare una soluzione all’attuale emergenza sanitaria. 

In particolare tra le linee di ricerca clinica in atto vi è lo studio pilota per esplorare l’efficacia e la sicurezza della TERAPIA DI SOCCORSO con anticorpi da pazienti convalescenti (ottenuti con Plasmaferesi a Doppia Filtrazione-DFPP) e infusi in pazienti gravemente malati e ventilati.

L’attività del gruppo di ricerca composto da Piero Ruggenenti, Ferdinando Luca Lorini, Anna Falanga e Giuseppe Remuzzi, si sta affiancando a vari reparti ospedalieri di Milano e Bergamo con i primi protocolli di trattamento con plasma sui malati Covid. 

 

 

This week we have purchased for the Intensive Care Unit 3 of Bergamo’s Papa Giovanni XXIII hospital:

-1 Hamilton T1 transport ventilator , a trolley, accessories and an oxygen control software
– 10 Aerogen Solo kit
– 10 Nutrivent modules and 1 control monitor
– 2 Thopaz Plus pneumothorax systems + 2 charging stations and the consumable.

We also sustained by donation the Mario Negri Pahrmacological Research Institute , a non-profit biomedical research instituiton, secular and indipendent from drug companies, committed on the front line to find a solution for the current epidemic.

In particular, among the in place clinical researches , there is the pilot study to explore the efficiency and security of the rescue therapy with antibodies from convalescent patients (obtained with Plasmapheresis and Double Filtration – DFPP) infused in the seriously ill ones.

The research group’s activity composed of Piero Ruggenenti, Ferdinando Luca Lorini, Anna Falanga and Giuseppe Remuzzi, is now assisting different hospital units in Milan  and Bergamo with the firsts plasma treatment protocols on Covid patients.

Date: 18.05.2020

CESVI PROGETTO OVER 65

Abbiamo deciso di supportare due progetti attivi per aiutare gli anziani di Bergamo e Milano. Attraverso una rete di operatori e volontari impegnati nella consegna a domicilio della spesa, di pasti e di medicinali, l’Associazione CESVI Onlus sta lavorando in prima linea per rafforzare i servizi in favore della popolazione over 65 e per garantire supporto ai nuclei familiari fragili e isolati per prevenire situazioni di emarginazione.

Vengono garantiti a tutti i nuclei beneficiari i servizi socio-assistenziali, il trasporto per visite mediche necessarie e il costante monitoraggio dello stato di salute grazie a personale altamente specializzato e ad un servizio di numero verde sempre attivo.

Le aree di intervento sono Bergamo dove gli anziani costituiscono il 25% della popolazione e il Municipio VI della città di Milano, zona caratterizzata da un’alta percentuale di anziani (22,4% della popolazione esistente), spesso in condizioni di particolare fragilità. 

 

 

CESVI OVER65 PROJECT

We decided to support two projects that are helping old people in Bergamo and Milan.

Through a volunteers and workers network active in the shopping delivery of food and medicines, the CESVI Onlus association is working on the front line to strenghten the services in favour of the over 65 population to guarantee support to fragile and isolated households to prevent exclusion situations.

Each beneficiary household will be guaranteed with social assistance service, transport for necessary medical examinations and the consant health monitoring thanks to specialized staff and a toll-free number 24h active.

The two areas of interventions are the one of Bergamo, where old people constitute 25% of the population and the VI Municipio of Milan, caracterized by a high percentage of seniors (22,4% of the existing population), often in a situation of fragility.

 

 

Date: 04.05.2020

Per l’associazione Maite all’interno del PROGETTO SUPER BERGAMO, abbiamo acquistato 100 pacchi di spesa solidale, destinati alle famiglie di Bergamo che in questo momento si trovano in maggiore difficoltà economica. Ogni pacco è calcolato su ogni pacco su 4 persone per una settimana, costa 65 euro e contiene anche il fresco. 

Super Bergamo è un progetto sostenuto su base volontaria da 140 persone che si sono attivate per far fronte alle richieste di “nuove povertà” legate all’emergenza Covid19 attraverso un servizio di spesa solidale. 

Per l’Ospedale San Paolo abbiamo deciso di finanziare l’allestimento di una STANZA COVID 19 per gestire in sicurezza i neonati che necessitano di isolamento ed assistenza subintensiva. Un sistema di isolamento che in futuro potrà servire anche ai neonati con altra patologia infettiva virale o batterica.

L’attrezzatura della stanza comprende: incubatrice neonatale completa di bilancia, monitor multiparametrico con rilevazione di tutti i parametri e relativi allarmi, monitor per la rilevazione della pressione non invasiva sui neonati; elettrocardiografo completo di software per interpretazione automatica neonatale; 2 culle complete di carrello, materasso e una cupoletta.

Per il Reparto di Pneumologia dell’Ospedale San Paolo abbiamo finanziato il cablaggio dell’intero reparto e una stazione di controllo telemetrico (con 7 monitor) necessaria per la gestione ottimale dei pazienti affetti da polmoniti per COVID-19 che necessitano di supporto ventilatorio non invasivo. Si tratta di un sistema di rete che va incontro alle esigenze dei medici in questo particolare momento e che più in generale rappresenta un potenziamento del reparto.

For the Maite Assosiation, within the SUPER BERGAMO project, we have purchased 100 packages of supportive-shopping, destined to Bergamo’s families deeply affected from this epidemic.

Every package is calculated upon 4 people for one week, it costs 65 euros and contains fresh products as well as other goods.

Super Bergamo is a volunteer project supported by 140 people who took action to face the “new poverty” requests due to the COVID-19 emergency by a supportive-shopping service.

For the San paolo hospital in Milan we decided to finance the preparation of a MOTHER-CHILD COVID-19 ROOM where mothers who contracted the virus and cannot stay with newborns after birth could access to monitors and incubators to see their children. An isolation system that will eventually help other mothers with different patologies.

The room’s equipment includes: a neonatal incubator complete with scale; a multiparameters monitor with specific alarms, a monitor to detect the non-invasive pressure of newborns, an electrocardiograph complete with an automatic neonatal interpretation software, two cribs complete with trolleys, mattresses and a round shape top.

For the San Paolo Hospital’s Pneumology ward , we financed the total ward wiring and a telemetric control station with 7 monitors, required to fully handle patients affected from COVID-19’s pneumonia who need non-invasive ventilator support. It’s a network system that helps doctors’ needs in this particular moment and will generally represent a strengthening of the ward.

Date: 20.04.2020

Appena sarà possibile informeremo sulle tempistiche di stampa e spedizione delle foto.
As soon as possible we will inform you about the timing of printing and shipping the photos.

100 FOTOGRAFI PER BERGAMO giunge alla seconda settimana di lavori.

Per il REPARTO DI TERAPIA INTENSIVA E RIANIMAZIONE DELL’OSPEDALE PAPA GIOVANNI XXIII DI BERGAMO abbiamo pianificato nuovi acquisti:
1 ventilatore polmonare (Hamilton T1);
100 sondini nava;
100 moduli maquet;
100 palloncini esofagei;
20 moduli nutrivent;
2 monitor da trasporto;
1 zaino e 2 contenitori farmaci freddi;
4 carrelli;
2 riscaldatori attivi ad aria;
100 ampolle monouso per aereoneb;
1 Pc portatile carrellato per il reparto; tute e camici per gli operatori del reparto.

Come vi avevano anticipato, stiamo supportando altri enti pubblici e di volontariato che hanno chiesto il nostro aiuto.

All’interno dell’OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA DI MILANO abbiamo sostenuto il CENTRO CLINICO NEMO che si occupa di una categoria di pazienti particolarmente a rischio: i malati di Sla (Sclerosi Laterale Amiotrofica), Sma (Atrofia Muscolare Spinale), distrofie muscolari e i pazienti con deficit neurologici gravi, che senza l’uso di strumenti specifici vanno incontro a morte certa in caso di contagio Covid-19. L’Ospedale Niguarda è ad oggi il punto di riferimento per la diagnosi, la cura e l’assistenza su queste patologie. Per loro sono stati acquistati 2 ventilatori specifici; inoltre il reparto è stato dotato di una centrale di monitoraggio dei parametri vitali con 4 monitor.

Per un gruppo di volontari attivi a Bergamo Ovest (ASS. VOLONTARI BERGAMO OVEST), abbiamo acquistato un macchinario per la sanificazione all’ozono che useranno per evitare i contagi nei locali comunali dei paesi di Ponte San Pietro e Barzana, presso gli ambienti comuni del Policlinico San Pietro (Ospedale pubblico del Gruppo San Donato) e presso gli studi medici Asl del quartiere in cui operano. I volontari si renderanno inoltre disponibili per la sanificazione gratuita delle ambulanze delle associazioni Onlus che ne faranno richiesta sul territorio di Bergamo. La segnalazione del lavoro di quest’associazione ci è arrivata da uno dei fotografi coinvolti nella campagna che ha potuto assistere di persona al lavoro dei volontari durante il periodo dell’emergenza in cui si sono occupati del trasporto dei feretri nella città di Bergamo, oltre che di consegnare a domicilio di pasti e di distribuire le mascherine alla popolazione di Bergamo.

100 Photographers for Bergamo has now entered the second week of work.

For the Intensive Care Unit of Ospedale Papa Giovanni XXIII in Bergamo, we have planned new purchases :
one ventilator (Hamilton T1),
100 NAVA probes;
100 Maquet modules;
100 esophageal balloons;
20 Nutrivent modules;
2 transport displays;
1 backpack e 2 medical thermal bag;
4 hospital trolleys;
2 air-active heaters;
100 disposable Aereoneb ampoules;
1 trailer-mounted laptop for the ward; waders and gowns for the ward’s healthcare professionals.

As we told you in advance, we are also supporting public and charity institutions that requested our help.

At Ospedale Niguarda Ca Granda in Milan, we helped the NEMO Medical Center that deals with patients seriously at risk like the ones who suffer from ASL, SMA, muscular dystrophy and serious neurological deficit who couldn’t survive if affected from Coivd-19  without specific medical instruments. Ospedale Niguarda is to date the landmark for the diagnosis, the cure and the assistance of these pathologies.

For them, we purchased 2 specific ventilators and the ward has been equipped with a central monitoring station for the life’s parameters with four monitors.

For a group of volunteers active in Bergamo Ovest (Ass. Volontari Bergamo Ovest), we have purchased a machinery that sanitizes using ozone which will be used to prevent infections in the common areas of towns like Ponte San Pietro and Barzana; in the common areas of Policlinico San Pietro (public hospital of San Donato Group) and in the medical practices in which neighborhood’s doctors operate.

Volunteers will also freely sanitize the ambulances of Onlus associations that will ask for it in the Bergamo’s area. One of the phographers involved in the campaign has pointed out to us this association’s initiative. He has personally assisted these volunteers dealing with the transport of the coffins of Bergamo’s citizens , as well as the home delivery of meals and masks to the people.

Date: 10.04.2020
next update 17.04.2020

Appena sarà possibile informeremo sulle tempistiche di stampa e spedizione delle foto.
As soon as possible we will inform you about the timing of printing and shipping the photos.

Durante questa prima settimana dal termine della campagna 100 Fotografi per Bergamo, abbiamo iniziato insieme ai medici dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ad allocare il budget sui primi acquisti indispensabili per il reparto di Terapia Intensiva e Rianimazione.

Vorremmo dedicarvi un aggiornamento settimanale per informarvi su come stanno procedendo i nostri lavori.

Il 72% dei fondi che avevamo a disposizione sono stati allocati all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, includendo oltre che il reparto di Terapia Intensiva e Rianimazione, anche altri reparti.

Abbiamo già messo a budget l’acquisto di 4 ventilatori di ultima generazione e di un’ecografo 3D per la terapia intensiva, e siamo in attesa delle istruzioni dagli altri reparti di Pneumologia; Medicina Interna e Malattie Infettive, per procedere con l’acquisto delle attrezzature necessarie ai loro reparti.

Si tratta di un lavoro complesso in quanto stiamo ragionando con i medici su macchinari e attrezzature che possano dare una forte continuità ai reparti e rendersi necessarie per la cura dei pazienti anche in seguito a questa fase di emergenza.

Abbiamo stanziato un fondo di aiuto anche per il Pronto Soccorso.

Per il Reparto di Patologia Neonatale e Terapia Intensiva Neonatale abbiamo messo a budget l’acquisto un’incubatrice che diventa sala operatoria per i neonati e di un ventilatore pediatrico, che serviranno all’ospedale anche in seguito all’emergenza Covid-19 per tutti quei bambini che hanno problemi respiratori alla nascita e richiedono strumenti di intervento di ultima generazione e non invasivi, oltre che la possibilità di non essere trasferiti in altre strutture.

Avendo avuto la possibilità di raccogliere una somma superiore alle nostre aspettative abbiamo aperto anche un dialogo con altre realtà ospedaliere sul territorio. Si tratta di strutture di riferimento per l’emergenza Covid-19 nella città di Milano (tutte pubbliche) e di enti che stanno lavorando in supporto alla città di Bergamo, accogliendo parte dei loro dei pazienti quando in esubero: Ospedale Niguarda – Ospedale San Paolo – Istituto Mario Negri.

Con questi enti, che hanno una lunga tradizione di collaborazione con l’Ospedale di Bergamo, stiamo definendo un budget in questi giorni, che permetterà un aiuto alla pneumologia e alla diagnosi dei tamponi, oltre che al filone di ricerca clinica aperta per il Covid-19 e a casi specifici molto gravi come quello dei malati di Sla affetti da Covid-19.

Stiamo inoltre dialogando con alcune associazioni attive sul territorio di Bergamo sul tema dell’emergenza sociale e dell’assistenza alle fasce più deboli al fine di individuare quelle più allineate agli obbiettivi della nostra campagna, per poter allocare parte dei fondi anche ad un progetto sociale.

Perimetro
Liveinslums
Linke Lab

During this first week since the fundraising 100 FOTOGRAFI PER BERGAMO has finished, together with the doctors of Ospedale Papa Giovanni XXIII in Bergamo, we started to allocate the earnings for the first essential purchases addressed to the Intensive Care Unit.

We would like to give you a weekly update to inform you on the continue work in progress.

The 72% of the funds available have been allocated to Ospedale Papa Giovanni XXIII in Bergamo, including, besides the Intensive Care Unit, also other wards.

We already have budgeted the purchase of 4 latest generation ventilators and a 3D ultrasound scanner for the Intensive Care Unit. We are now awaiting instructions from the Pneumology, Internal Medicine and Infectious Desease wards to purchase their own necessary equipment.

It is a complex work we are dealing with, since we are discussing with the doctors about the equipment and the machinery that could give a strong continuity to the different wards and would be essential for patient care even after this emergency situation.

We also have earmarked a fund to help the ER.

For the Neonatal Pathology and the Neonatal Intensive Care Unit wards we have budgeted the purchase of an incubator that becomes an operating room for the newborns and a pediatrci ventilator, that the hospital will need also after the Covid-19 emergency for all those babies that have breathing problems from birth and need non-invasive latest generation equipment , together with the necessity of not been moved to others medical facilities.

Thanks to the much more higher sum we expected to raise, we are also dialoguing with other hospital structures in the area. It’s about all-public frames of reference for the Covid-19 emergency in the city of Milan and about institutions working in support of Bergamo, welcoming some of their patients when in redundant. These structures are the Ospedale Niguarda, the Ospedale San Paolo and the Istituto Mario Negri.

With this instituitons, that have a longlife collaboration with Bergamo’s hospital, we are in these days defining a budget that will help pneuomology and swab diagnosis, as well as the field of medical research opened for the Covid-19 emergency and for specific and serious cases such as the ALS patients suffering from Covid-19.

We are also discussing with some associations active on the territory of Bergamo on the social emergency and  the assistance of the weaker sections of the population themes in order to identify those more aligned to our campaign’s aim and to allocate a fund also to a social project.

Perimetro
Liveinslums
Linke Lab

Credits campagna: 100 FOTOGRAFI PER BERGAMO

Fundraising by: Perimetro
With the support of: Liveinslums / Silvia Orazi

A call from: Perimetro e Linke Lab

In partnership with: Linke Lab
Technical partner : Epson Italia / Canson paper Italia
Press Office: Luisa Bertoldo
Concept: Sebastiano Leddi
Coordination: Martina Parolo
Art Director: Galbusera Andrea / Andstudios Milano
Web: Andstudios Milano
Copy: Stefano Campora
Video content director: Francesco Raganato
Video content: Gabriele Giussani Francesco Giuggioli
Music by: Casinoroyaleofficial
With the help of: Gloria Maria Gallery, Alioscia Bisceglia, Francesco Mandelli, Luisa Bertoldo, Michele Lupi, Contemporary Cluster, periscopephotoscouting, Alessia Glaviano, afip international, curti still, Vicky Gitto, Cesura, phmuseum, milanophotoweek, Leica camera Italia, Fondazione Sozzani