Animabilia

 

Fotografie di Clelia Cadamuro

 

Il progetto Animabilia indaga la complessità del rapporto uomo-animale dal punto di vista estetico, interrogandosi sull’aspetto prettamente visivo dell’esperienza che ci vede coinvolti con il mondo naturale. Il sentimento di meraviglia provato nei confronti della bellezza delle forme animali è il nucleo tematico del progetto; i relativi processi attuati dall’uomo per sublimare tale fascinazione, i tentativi di appropriazione e le pratiche di oggettivazioni sono alcune delle relative sfumature trattate visivamente attraverso la ricerca fotografica.

Animabilia si compone di immagini scattate in contesti differenti, tra i quali vi sono musei di storia naturale, zoo, rettilari, acquari, collezioni private, studi di tassidermia, fiere di animali e allevamenti di specie esotiche. Secondo una prospettiva che guarda all’estetica, emerge il ritratto di un’umanità assoggettata dalla bellezza del mondo naturale, concentrata nel tentativo di carpirne l’effimera bellezza, attraverso pratiche nate nell’antichità e oggi diversamente tradotte nel contemporaneo. Con Animabilia, l’intenzione è di far emergere la componente estetica e le relative pratiche che ne derivano all’interno del rapporto con il vivente diverso; attraverso un ripensamento della dimensione animale è allora possibile scorgere una nuova visione del rapporto e degli scambi che coinvolgono uomo e natura, che risultano influenzati non solo da questioni di utilità, ma anche da fattori di carattere estetico.